No Image
dalmolin
No Image

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Chi e' online

Abbiamo 4 visitatori online

Last comments by AkoComment Tweaked SE

MOBILITAZIONE!! SABA...
La riapertura è prossima? L\'impia...
26/12/07 15:13 More...
By danilo

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
persone serie
caro amministratore le persone seri...
20/12/07 11:24 More...
By rocco

IL PRESIDIO PERMANEN...
prova
prova prova prova :eek :eek :eek
17/12/07 21:21 More...
By admin

No Image
REFERENDUM DI CAMPI, E ORA? Comunicato/volantino del presidio permanente PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Friday 07 December 2007
Il referendum di Campi, con la vittoria schiacciante del "no" alla costruzione del termodistruttore di Case Passerini è sicuramente stato un passo importante, ma non decisivo, nel ripensamento della politica dei rifiuti in Toscana: 10.000 persone hanno detto "no" ad un impianto non solo dannoso per la salute umana e l’ambiente, ma anche gravoso per le tasche dei cittadini stessi.
Non dobbiamo però cadere nell'errore di pensare che la vittoria di  un referendum possa essere la panacea di tutti i mali o il punto d'arrivo cui debbano tendere le lotte che in ogni direzione percorrono la Toscana e l'Italia.
Per quanto ci riguarda la vittoria campigiana dev'essere valutata come un punto di ripartenza, un evento che dia nuova linfa alle lotte sul territorio, lotte nelle quali risulta stringente il bisogno di rilanciare conflittualità in grado di incentivare ed estendere quel protagonismo popolare che è l'unica possibilità per impedire fattivamente la realizzazione in certi casi, l'ampliamento in altri, di impianti dannosi per l'ambiente e nocivi per l'uomo....Vicenza, Venaus, Acerra, insegnano quanto sia indispensabile mettere in campo menti e corpi, mobilitazione e saperi, al fine di far valere le proprie ragioni nei confronti di quella politica di vertice completamente sganciata dai reali bisogni sociali.
Non siamo solo il popolo  del "no" o meglio, lo siamo quando si tratta di opporre rifiuto alle nocività tutte (ambientali e sociali), ma siamo pronti a diventare il popolo del "sì" qualora la strada da intraprendere vada nella direzione di un ripensamento dei cicli produttivi, quindi di una riduzione della produzione dei rifiuti, di pratiche di  riutilizzo e di riciclaggio. Non diciamo solo "no", ma proponiamo anche alternative.  In questa prospettiva aderiamo  alla logica e  alle pratiche “Rifiuti Zero”.
Una tentazione sicuramente da scongiurare è per noi quella di formare liste civiche che tentino di intercettare quei malumori antinceneritoristi che si sono palesati a Campi, non è più il momento di ricercare soggetti a cui delegare la nostra vita, l'arma più efficace che abbiamo è il protagonismo che le popolazioni sempre più numerose esprimono.
Abbiamo ragione e “loro” lo sanno, la partecipazione attiva degli individui è la cosa che più temono, non saremo certo noi a fornirgli “apprendisti Masaniello da irretire alla corte del Re”.
Le dinamiche che il sistema politico istituzionale impone, sono imbrigliate da compatibilità che hanno come unico scopo quello di assopire e quindi neutralizzare le istanze che le popolazioni con la determinazione delle loro lotte rivendicano.
Per questo rispondiamo a chi propone “compatibilità” che preferiamo essere Incompatibili.
In ogni caso è prioritario il rafforzamento e l’arricchimento del movimento rifiuti zero ( comitati, realtà di base, collettivi, presidii, associazioni) nella dimensione dell’ area metropolitana  Firenze, Prato, Pistoia, anche, ma non solo,  per rispondere in modo adeguato e fertile  alla decisione della regione Toscana di considerare il territorio della piana e della media valle dell’ Arno quale unico ambito territoriale di riferimento per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati e per i nocivi impianti che intendono costruire o ampliare.     
In quest'ottica anche a Montale nei prossimi giorni preciseremo incontri ed iniziative che culmineranno in una giornata di lotta/divertimento che si terrà il 29 Dicembre davanti all'inceneritore di via Tobagi: giornata in cui si alterneranno dibattiti, musica, videoproiezioni e quant'altro, tutto inquadrato in un'ottica rigorosamente antinceneritorista, decisamente a favore di una politica di riduzione, riutilizzo, riciclaggio, compostaggio dei rifiuti...Il 29 daremo simbolicamente commiato al 2007, ed il ben venuto ad un 2008 di lotte.
I buoni propositi per l'anno nuovo...? Noi ci saremo! E promettiamo che... sarà dura!!!

Aggiungi ai preferiti (14) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 2412

  Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

Ultimo aggiornamento ( Friday 07 December 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
No Image
No Image No Image No Image

RSS Scroller

[1/1] presidiopermanente


[1/5] alcune variazioni al programmaâ¦

[2/5] 2 anni in movimentoâ¦.

[3/5] Guai a chi fischia i potenti!

[4/5] Coop rosse⦠di vergogna!

[5/5] Una Spy Story di basso livelloâ¦
[1/1] Medicina Democratica


[1/5] Comunicato stampa sez. di Torino Medicina Democratica - Due morti in meno di un mese nel cantiere TRM del Gerbido per la costruzione dell'inceneritore

[2/5] APPELLO PROCESSO CLINICA S.RITA - COMUNICATO STAMPA

[3/5] Salute sui luoghi di lavoro. Il governo Monti taglia anche i controlli. Una lettera per protestare contro questo incredibile e pericoloso progetto.

[4/5] COMUNICATO STAMPA: A PROPOSITO DI "COLLABORAZIONE AMICHEVOLE"

[5/5] IL GOVERNO : CONTRO L'EVASIONE FISCALE MA A PER L'ESTENSIONE DELL'EVASIONE DEL DIRITTO ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE DEI LAVORATORI
[1/1] Ecoblog.it
Eco blog: natura, ambiente, ecologia e risparmio energetico

[1/5] Europa, ridurre l'inquinamento del mare del 50% entro il 2020

[2/5] Capitali verdi europee 2014: è corsa a tre; fra queste nessuna città italiana

[3/5] El Hierro, l'isola che punta all'autosufficienza energetica con una centrale idroeolica

[4/5] Compostaggio domestico, scarica il manuale

[5/5] Cinque animali rarissimi al mondo
[1/1] Powered by NoInceneritori.org
NoInceneritori.org site syndication

[1/5] A Peretola (FI) su Alter Piano e Piano Provinciale gest. rifiuti

[2/5] Cena del Coordinamento dei Comitati della Piana

[3/5] Ornella De Zordo al Convegno della Rete dei Comitati

[4/5] Il Latte Materno è un Bene Comune di inestimabile valore..

[5/5] Da MenteLocale della Piana: Diffidati gli amministratori!

Syndication

No Image
© 2012 Presidio Permanente di Montale NO INCENERITORI
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
No Image