No Image
dalmolin
No Image

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Chi e' online

Abbiamo 4 visitatori online

Last comments by AkoComment Tweaked SE

MOBILITAZIONE!! SABA...
La riapertura è prossima? L\'impia...
26/12/07 15:13 More...
By danilo

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
persone serie
caro amministratore le persone seri...
20/12/07 11:24 More...
By rocco

IL PRESIDIO PERMANEN...
prova
prova prova prova :eek :eek :eek
17/12/07 21:21 More...
By admin

No Image
L'inceneritore di Montale sfora nuovamente...comunicato stampa del presidio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Thursday 09 October 2008
Dunque ci risiamo !  L’ inceneritore di Montale – che come tutti gli inceneritori  non  termovalorizza un bel niente, anzi  termodistrugge  grandi quantità di materia ed energia preziose -   è stato spento  da venerdì 3 ottobre,  per aver superato le soglie di emissione per  diossine e furani. Soglie minime imposte dalle norme ma che  tuttavia  non garantiscono per nulla la salute dei lavoratori del CIS e  degli abitanti della piana, a causa dell’ accumulo delle sostanze nocive nelle matrici biologiche e ambientali.
Le  domande  che  ci facciamo sono tante : da quanto tempo sono state superate le soglie di “alarm”?  qual’ è la tempestività e quale  la  qualità dei controlli?   Se  nel  caso del superamento  del maggio 2007 ( peraltro reso noto solo il 18 luglio )  si era  addebitata  ogni  responsabilità alla ditta Gale fornitrice  dei filtri in carbone attivo e se tale ditta è stata sostituita, come mai il problema si ripresenta  allo stesso modo?  Non sarà che  i sistemi di abbattimento non riescono  a essere efficaci? Non sarà che la combustione dei rifiuti attraverso il loro incenerimento implica emissioni  non controllabili di diossine, furani, metalli pesanti – alcuni dei quali sicuramente cancerogeni – nanoparticelle  e quindi danni certi alla salute delle popolazioni e  alle catene  trofiche ?

Le risposte sono, invece, semplici e chiare e sono quelle che abbiamo  dato da sempre, in sintonia con  tecnici, scienziati e medici indipendenti e liberi da  vincoli  monetari e lobbistici :   si può concretamente abbandonare  la “filiera” dell’ incenerimento dei rifiuti ( comprese la scellerata scelta di bruciare le biomasse )  dal momento che  esistono modalità di trattamento non legato alla combustione : riutilizzo, riciclaggio, compostaggio, soluzioni che non hanno effetti negativi sulla salute umana e che hanno il pregio di  produrre occupazione e di lasciare i soldi  spesi  dalla collettività  all’ interno dell’ economia locale. E costano meno ( che l’ incenerimento abbia costi altissimi per la collettività, è dimostrato inequivocabilmente dal fatto che le aziende che gestiscono gli inceneritori hanno avuto bisogno e hanno bisogno di finanziamenti pubblici - prelevati dalle nostre tasche attraverso la bolletta elettrica (   CIP 6 ) e la tariffa, per poter fare profitti ). Ma – una domanda  sorge spontanea -  alle pubbliche amministrazioni e ai governi interessa più la salute dei cittadini o invece i profitti delle  aziende e delle corporazioni impiantistiche ?
L’altra  ragione – accanto a quella nocività/salute -  è che la modalità  NO INCENERIMENTO di affrontare e trattare la questione rifiuti, risponde al problema  centrale di questa nostra epoca : risparmiare energia e materia, in quanto favorisce produzioni pulite,  allungamento della durata  di  vita dei prodotti, una economia  ecologicamente e socialmente responsabile.
Da  che parte stanno  i sindaci ( tutori della salute pubblica, secondo le norme  e il patto sociale ), la classe  politica, gli assessori, i presidenti……. : dalla parte dei cittadini o dalla parte del profitto e del malaffare ?
Noi siamo “costretti” da sempre a  scegliere la salute  nostra, dei nostri figli e del territorio. Ma abbiamo anche scelto con lungimiranza  la strada della saggezza  di un’ altra economia non solo possibile ma inevitabile, stante la catastrofe ecoenergetica, sanitaria, alimentare e economica a cui questo sistema ci sta portando. E’ per questo che PRETENDIAMO  LA CHIUSURA DELL’ INCENERITORE DI MONTALE  A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA, E L’ AVVIO DEL CICLO RIDUZIONE, RIUTILIZZO, RICICLAGGIO - PREVISTO PERALTRO DALLE LEGGI - A PARTIRE DALLA SEPARAZIONE FRAZIONE UMIDA (ORGANICO) / FRAZIONE SECCA E DA RACCOLTE DIFFERENZIATE ESTESE  CON IL SISTEMA PORTA A PORTA : I COMUNI DEL CIS, ALL’ OMBRA DELL’ INCENERITORE, RAGGIUNGONO A MALAPENA  IL 23/24 % MENTRE AVREBBERO GIA’ DOVUTO RAGGIUNGERE IL 35% E DOVRANNO RAGGIUNGERE ENTRO IL DICEMBRE DI QUEST’ ANNO IL 45% (RICORDIAMO CHE MOLTI COMUNI ITALIANI RAGGIUNGONO TRANQUILLAMENTE IL 60/70%).

COLLETTIVO LIBERATE  GLI ORSI
ASSEMBLEA EX PRESIDIO  “GIULIO MACCACARO”

Aggiungi ai preferiti (0) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 797

  Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

Ultimo aggiornamento ( Thursday 09 October 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
No Image
No Image No Image No Image

RSS Scroller

[1/1] presidiopermanente


[1/5] alcune variazioni al programmaâ¦

[2/5] 2 anni in movimentoâ¦.

[3/5] Guai a chi fischia i potenti!

[4/5] Coop rosse⦠di vergogna!

[5/5] Una Spy Story di basso livelloâ¦
[1/1] Medicina Democratica


[1/5] Comunicato stampa sez. di Torino Medicina Democratica - Due morti in meno di un mese nel cantiere TRM del Gerbido per la costruzione dell'inceneritore

[2/5] APPELLO PROCESSO CLINICA S.RITA - COMUNICATO STAMPA

[3/5] Salute sui luoghi di lavoro. Il governo Monti taglia anche i controlli. Una lettera per protestare contro questo incredibile e pericoloso progetto.

[4/5] COMUNICATO STAMPA: A PROPOSITO DI "COLLABORAZIONE AMICHEVOLE"

[5/5] IL GOVERNO : CONTRO L'EVASIONE FISCALE MA A PER L'ESTENSIONE DELL'EVASIONE DEL DIRITTO ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE DEI LAVORATORI
[1/1] Ecoblog.it
Eco blog: natura, ambiente, ecologia e risparmio energetico

[1/5] Europa, ridurre l'inquinamento del mare del 50% entro il 2020

[2/5] Capitali verdi europee 2014: è corsa a tre; fra queste nessuna città italiana

[3/5] El Hierro, l'isola che punta all'autosufficienza energetica con una centrale idroeolica

[4/5] Compostaggio domestico, scarica il manuale

[5/5] Cinque animali rarissimi al mondo
[1/1] Powered by NoInceneritori.org
NoInceneritori.org site syndication

[1/5] A Peretola (FI) su Alter Piano e Piano Provinciale gest. rifiuti

[2/5] Cena del Coordinamento dei Comitati della Piana

[3/5] Ornella De Zordo al Convegno della Rete dei Comitati

[4/5] Il Latte Materno è un Bene Comune di inestimabile valore..

[5/5] Da MenteLocale della Piana: Diffidati gli amministratori!

Syndication

No Image
© 2012 Presidio Permanente di Montale NO INCENERITORI
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
No Image