No Image
dalmolin
No Image

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Chi e' online

Abbiamo 4 visitatori online

Last comments by AkoComment Tweaked SE

MOBILITAZIONE!! SABA...
La riapertura è prossima? L\'impia...
26/12/07 15:13 More...
By danilo

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
solidarietà al presidio permanernte di
Massima solidarietà ai Compagni/e ...
21/12/07 15:52 More...
By andrea

IL PRESIDIO PERMANEN...
persone serie
caro amministratore le persone seri...
20/12/07 11:24 More...
By rocco

IL PRESIDIO PERMANEN...
prova
prova prova prova :eek :eek :eek
17/12/07 21:21 More...
By admin

No Image
Agliana/Montale-Volantinaggio sui danni dell'inceneritore PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Thursday 30 April 2009
Ieri Pomeriggio 29.04.09, alcuni militanti del presidio contro l'inceneritore di Montale hanno effettuato un volantinaggio nelle zone di Montale ed Agliana; Ora che anche l'ASL ha preso formale posizione contro l'impianto montalese gli amministratori non hanno più scuse: l'inceneritore va chiuso! Ma aspettare che qualcuno si muova per noi sarebbe stupido ed ingenuo, per questo è necessario rilanciare la mobilitazione dal basso e continuare a lottare come abbiamo fatto in questi anni, lontani dai partiti, con la gente.
 

Tornando alla giornata di ieri c'è sicuramente da notare una cosa, ovvero la maggior ricettività degli individui per quanto riguarda le tematiche legate alla pratica CRIMINALE dell'incenerimento dei rifiuti; infatti rispetto a qualche tempo fa molte persone si soffermano a discutere ed a informarsi. Evidentemente i dati allarmanti sulle emissioni nocive dell'impianto hanno aperto gli occhi a molti...la lotta è dura, ma noi non ci tiriamo indietro!

Di seguito il volantino distribuito:

LA   PIANA  DELLE   DIOSSINE
ORA  BASTA !
VIETARE  SUBITO LA  COMMERCIALIZZAZIONE  DI ALIMENTI : POLLI, PECORE, FRUTTA, VERDURA, LATTE E FORMAGGI 
CHIUDERE L’ INCENERITORE DI MONTALE


I risultati delle analisi effettuate su  terreni, aghi di pino e su  animali,  rispettivamente da Arpat e   Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana,  nel territorio  pistoiese  e a Prato, certificano  in modo  chiaro  la estesa,   persistente e dannosa  diffusione  delle Diossine e dei  Pcb (Policlorobifenili, totali e  dioxin-like ) nei terreni, nelle piante e negli animali.
Come  è noto  le  diossine   vengono assunte  prevalentemente attraverso al catena alimentare.
Quindi la contaminazione  degli alimenti animali  (polli, pesci, bovini, pecore, ecc.)  e di quelli vegetali (ortaggi, frutta)  è un elemento ad altissimo rischio per i danni alla salute umana.
LA SITUAZIONE SANITARIA  È  GRAVISSIMA: LA CONTAMINAZIONE DA DIOSSINE È IRREVERSIBILE,   GLI EFFETTI DANNOSI  -TUMORI E MORTI - SULLA SALUTE DELLE POPOLAZIONI SONO  CERTI.
Per quanto  riguarda le  Diossine, sappiamo da anni che esse sono  gravemente dannose per la salute  e che vengono emesse,  in modo largamente  preponderante,  dall’ incenerimento dei rifiuti.
Per  quanto riguarda  i  Pcb ( Policlorobifenili, totali e dioxin-like), il rapporto della Commissione europea sui  Contaminanti Organici Persistenti ( P.O.P.s ) e  numerosi documenti dell'Agenzia dell'ambiente degli Stati Uniti (EPA)  indicano esplicitamente, come fonte inquinante di PCB, gli inceneritori.
Tuttavia - come al solito – le amministrazioni  locali e le strutture sanitarie ed ambientali pubbliche minimizzano e nascondono i problemi, ivi compresi i sindaci che dovrebbero tutelare la salute dei propri cittadini.
ORA PERO’ NON HANNO  PIU’  SCUSE
I  Sindaci dei comuni di Agliana, Montale e Quarrata, proprietari del CIS, le province di Prato e Pistoia, ma anche i sindaci di Montemurlo e Pistoia ORA HANNO I RIFERIMENTI TECNICI che i sindaci dei comuni di Agliana, Montale e Quarrata - in una trasmissione di una nota televisione pistoiese -  hanno chiesto per intervenire ( “ci muoviamo secondo le indicazioni tecniche delle strutture pubbliche” ).
Infatti una nota ufficiale  del  Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ ASL delinea uno scenario tutt’altro che rassicurante, anzi razionalmente e saggiamente allarmante.
“la presenza di una diffusa contaminazione alimentare  impone  oltre che immediati provvedimenti   di divieto di commercializzazione e di utilizzo, relativi agli allevamenti risultati che sono peraltro dovuti per obbligo di legge, anche l'abbattimento dei capi,  oltre al divieto cautelativo di commercializzazione e di utilizzo di tutti gli alimenti prodotti nell'area di ricaduta dell'impianto CIS, con ulteriore adeguata area di sicurezza, e la contestuale messa in carico dei danni ambientali (e sanitari) arrecati al responsabile, così come esplicitamente previsto all'art. 20 del D.Lvo 133/05, che, si ricorda, sanzionare non solo il danno accertato ma anche il pericolo di inquinamento”
Questa  netta e chiara presa di  posizione segue la pubblicazione – PERALTRO  TARDIVA - dei dati Arpat e  dei dati delle analisi dell’Istituto Zooprofilattico che certificano il ritrovamento di diossina nei polli DI DUE ALLEVAMENTI CHE CONTINUANO IN MODO ASSURDO A COMMERCIALIZZARE GLI ANIMALI CON GRAVI DANNI PER LA SALUTE DI CHI LI MANGIA
L’ allevamento in area pistoiese è al confine dell’area indicata dalla modellistica come area di ricaduta delle emissioni dall’ inceneritore. L’ altro a Prato  è  situato   “ a ridosso (meno di 800 metri) dall'inceneritore per fanghi di depurazione di Baciacavallo, già indagato più volte sul versante epidemiologico e risultato sempre essere impattante, in senso negativo, per la salute umana “.
La diffusione delle Diossine e dei Pcb nei terreni, negli alimenti  e nei corpi umani, avviene nel territorio  della Piana Pistoia, Prato, Firenze che è pesantemente inquinata da sostanze nocive, pericolose, spesso mutagene e cancerogene. E i suoi abitanti si ammalano e muoiono più che altrove per malattie scatenate da queste sostanze dannose, assunte attraverso il cibo, bevute e respirate.
CHIEDIAMO
Il  Divieto immediato di produzione e commercializzazione  di animali da alimentazione, di verdura, frutta e altri alimenti e RINNOVIAMO LA RICHIESTA DI IMMEDIATA CHIUSURA DELL’ INCENERITORE DI MONTALE, Un provvedimento  richiesto dalla stessa nota ASL come  “sospensione cautelativa dell'attività dell'impianto CIS, la cui ripresa di attività, dopo i ripetuti superamenti della emissione di diossina nel 2007, si ricorda essere stata condizionata anche dal monitoraggio del territorio”.
SI PUO’ FARE A MENO DEGLI INCENERITORI
 Un inceneritore è non solo  dannoso, ma costoso e inutile. Vi sono infatti  modalità di riduzione e di trattamento dei rifiuti che fanno a meno della combustione e dell’ incenerimento e che presentano anche il vantaggio di risparmiare materia ed energia e di aumentare l’ occupazione in lavori puliti e  la conoscenza tecnologica, un dato per niente trascurabile in questa epoca di crisi globale economica, energetica, alimentare.

COLLETTIVO LIBERATE GLI ORSI, Pistoia
ASSEMBLEA DEL PRESIDIO  “GIULIO MACCACARO” PER LA CHIUSURA DELL’INCENERITORE DI MONTALE
 

 

Aggiungi ai preferiti (0) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 731

  Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

Ultimo aggiornamento ( Thursday 30 April 2009 )
 
Pros. >
No Image
No Image No Image No Image

RSS Scroller

[1/1] presidiopermanente


[1/5] alcune variazioni al programmaâ¦

[2/5] 2 anni in movimentoâ¦.

[3/5] Guai a chi fischia i potenti!

[4/5] Coop rosse⦠di vergogna!

[5/5] Una Spy Story di basso livelloâ¦
[1/1] Medicina Democratica


[1/5] Comunicato stampa sez. di Torino Medicina Democratica - Due morti in meno di un mese nel cantiere TRM del Gerbido per la costruzione dell'inceneritore

[2/5] APPELLO PROCESSO CLINICA S.RITA - COMUNICATO STAMPA

[3/5] Salute sui luoghi di lavoro. Il governo Monti taglia anche i controlli. Una lettera per protestare contro questo incredibile e pericoloso progetto.

[4/5] COMUNICATO STAMPA: A PROPOSITO DI "COLLABORAZIONE AMICHEVOLE"

[5/5] IL GOVERNO : CONTRO L'EVASIONE FISCALE MA A PER L'ESTENSIONE DELL'EVASIONE DEL DIRITTO ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE DEI LAVORATORI
[1/1] Ecoblog.it
Eco blog: natura, ambiente, ecologia e risparmio energetico

[1/5] Europa, ridurre l'inquinamento del mare del 50% entro il 2020

[2/5] Capitali verdi europee 2014: è corsa a tre; fra queste nessuna città italiana

[3/5] El Hierro, l'isola che punta all'autosufficienza energetica con una centrale idroeolica

[4/5] Compostaggio domestico, scarica il manuale

[5/5] Cinque animali rarissimi al mondo
[1/1] Powered by NoInceneritori.org
NoInceneritori.org site syndication

[1/5] A Peretola (FI) su Alter Piano e Piano Provinciale gest. rifiuti

[2/5] Cena del Coordinamento dei Comitati della Piana

[3/5] Ornella De Zordo al Convegno della Rete dei Comitati

[4/5] Il Latte Materno è un Bene Comune di inestimabile valore..

[5/5] Da MenteLocale della Piana: Diffidati gli amministratori!

Syndication

No Image
© 2012 Presidio Permanente di Montale NO INCENERITORI
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
No Image